Navigation

Zurigo vibra al ritmo della musica techno

Nelle strade di Zurigo hanno ballato circa 800mila persone Keystone

La città sulla Limmat accoglie questo fine settimana l'annuale Street Parade, il più grande "dancefloor" a cielo aperto d'Europa. Il lungolago di Zurigo è stato preso d'assalto da centinaia di migliaia di ravers.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2007 - 17:16

La manifestazione è iniziata con un corteo di 23 carri e proseguirà in modo eclatante per tutta la notte.

Zurigo è ancora una volta la Mecca degli appassionati di musica techno e house. Alla 16esima edizione della Street Parade, che quest'anno ha seguito il motto "Respect!", partecipano secondo gli organizzatori circa 800mila persone (come nel 2006).

La festa - animata da oltre 200 DJ da tutto il mondo - ha preso il via alle 13.00 con una serie di cosiddetti warm ups nei cinque palchi allestiti sul lungolago zurighese.

Nel pomeriggio le "love mobiles" hanno poi iniziato a sfilare lungo il tradizionale percorso dal quartiere di Seefeld al Mythenquai, per un tragitto di 2,4 chilometri.

«Un percorso più bello non esiste», secondo il portavoce della manifestazione Stefan Epli.

Ridotti carri e budget

Oltre al rispetto reciproco, questa edizione è pure all'insegna del ridimensionamento: il numero delle love mobiles - i carri che diffondono musica techno - è stato ridotto a 25 (due però non si sono presentati al via), contro i 37 di un anno fa.

Questo per dare ad ogni carro una «maggiore presenza sul tracciato della parata», ha spiegato Epli.

In seguito all'abbandono di uno sponsor, anche il budget del megaevento si è ridotto di circa un quinto a 1 milione di franchi.

Come l'anno scorso, le Ferrovie federali svizzere mettono a disposizione 110 treni supplementari e i trasporti locali (tram, bus e treni) circoleranno fino a notte inoltrata.

Analizzare le proprie droghe

Imponenti come sempre anche le misure per garantire la sicurezza della manifestazione, con 3000 volontari e circa 200 fra infermieri, samaritani e medici. La polizia zurighese ha precisato che l'evento rappresenta un'occasione per prepararsi in vista del Campionato europeo di calcio del 2008.

L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie ha messo a disposizione un numero telefonico gratuito per informare sui rischi delle droghe da «sballo».

Alla Mainstation Party organizzata nella stazione centrale di Zurigo, i raver hanno la possibilità di far analizzare il contenuto delle pasticche in circolazione, ha reso noto il Dicastero cittadino delle opere sociali.

Gli operatori sociali hanno inoltre messo l'accento sul consumo di alcol da parte dei più giovani, un fenomeno che secondo gli esperti diventa sempre più preoccupante.

Come da tradizione, la festa non è finita con la sfilata in riva al lago, ma è continuata per tutto il week-end con un centinaio di party nei club e nelle discoteche dell'intera città.

La Street Parade è stata purtroppo macchiata sabato sera da una rissa nei pressi del Municipio, nella quale un giovane è stato pugnalato mortalmente.

swissinfo e agenzie

In breve

La Street Parade si è svolta per la prima volta nel 1992. L'idea è venuta ad uno studente, Marek Krynski, il quale ha preso spunto dalla Love Parade di Berlino.

Alla prima edizione hanno partecipato 2000 persone. Il corteo danzante è sfilato lungo la rinomata Bahnhofstrasse, nel pieno centro della città, ciò che ha suscitato il disappunto di molti zurighesi.

L'anno susseguente (presenti 10'000 persone) non è più stato possibile ballare «sulla via più ricca del mondo».

Nel 2002, dopo 10 edizioni svoltesi sotto il sole, la Street Parade ha dovuto fare i conti con la pioggia.

End of insertion

Street Parade 2008

La Street Parade è un evento promosso da privati che si svolge su suolo pubblico, come ad esempio il Circo Knie.

Ogni anno i suoi organizzatori devono quindi adattare la dimensione dell'evento al budget fornito dai suoi finanziatori, anch'essi privati.

Per l'edizione di quest'anno, il budget è stato ridotto da 1,2 a 1 milione di franchi, anche a causa della defezione tra gli sponsor di Philip Morris.

La scorsa primavera, gli organizzatori si erano rivolti alle autorità zurighesi in cerca di un sostegno finanziario per coprire le spese di pulizia (che ammontano a circa 250mila franchi) e di segnaletica. Il Consiglio di Stato ha però rifiutato la sua partecipazione ai costi.

I promotori della Street reitereranno la loro richiesta al termine di questa 16. edizione. «Speriamo che non si tratti dell'ultima volta», hanno auspicato.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?