Navigation

Utili in flessione nei primi nove mesi per la Banca Bär

La sede zurighese della banca privata Julius Bär Keystone

Contrazione dei risultati economici e dimezzamento dell'utile nei primi nove mesi dell'anno per la banca privata zurighese Julius Bär.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2001 - 10:57

Per l'intero esercizio corrente la Julius Bär si aspetta una contrazione dei risultati economici. Per il 2002 i vertici dell'istituto privato zurighese prevedono invece un aumento dell'utile. L'anno scorso l'utile netto aveva segnato una progressione del 63 per cento a 433 milioni di franchi.

I patrimoni gestiti dalla Julius Bär sono diminuiti del 14 per cento a fine settembre, rispetto a fine giugno, scendendo a 121 miliardi di franchi. Nei mesi di ottobre e novembre i fondi in gestione sono però cresciuti nettamente.

La banca ha deciso di congelare le assunzioni e di non rioccupare i posti vacanti. Assieme ad altri provvedimenti, intende così risparmiare tra i 60 e gli 80 milioni di franchi.

La Julius Bär ha înfine comunicato di avere nominato Rolf Aeberli direttore delle finanze. Entrerà alle dipendenze della banca il prossimo mese di marzo: attualmente Aeberli è direttore delle finanze di Credit Suisse Banking.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?