Navigation

Utile netto in flessione per ABB

Il gigante svizzero-svedese sta ristrutturando e taglierà 12mila posti nel mondo Keystone

Nei primi nove mesi del 2001 il calo è stato del 76% a 289 milioni di dollari - circa 479 milioni di franchi - rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2001 - 18:52

In aumento del 4% invece, a 16,877 miliardi di dollari, il fatturato: espresso in monete locali, precisa la società in una nota diffusa mercoledì, l'incremento è pari al 9%.

L'utile operativo (EBIT) ha subito una contrazione del 26% per attestarsi a 766 milioni di dollari, ha precisato la società. Non tenuto conto di un provento straordinario, il risultato operativo segna un incremento del 9% a 763 milioni di dollari. L'utile prima della deduzione di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamento dell'avviamento (EBITDA) si è fermato a 1,349 miliardi di dollari, pari a un regresso del 16% rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. Nel periodo in rassegna le nuove commesse hanno registrato una contrazione dell'8% a 17,86 miliardi di dollari.

Nel comunicato il gigante svizzero-svedese dichiara di voler accelerare il processo di ristrutturazione annunciato in luglio, che prevede la soppressione di 12 mila dei 162532 impieghi nel mondo intero. I licenziamenti saranno 8000. In Svizzera la riduzione dell'organico avverrà principalmente in base alla fluttuazione naturale, ha detto Thomas Schmidt, portavoce di ABB, senza fornire cifre.

A pesare sui conti della casa di Zurigo, gli avvenimenti dello scorso 11 settembre, che hanno mutato radicalmente la scena finanziaria mondiale, spingendo diverse società a elaborare piani di riorganizzazione industriale e a tagliare posti di lavoro. Il gruppo non nasconde che i prossimi 18 mesi non saranno facili e ritiene che le condizioni dei mercati rimarranno sfavorevoli.

A causa delle spese legate alla ristrutturazione, il risultato opertivo dovrebbe registrare una flessione nell'intero esercizio corrente. I costi del piano sono stimati a 500 milioni di dollari, la metà verrà messa a carico dei conti 2001, ha detto il portavoce. Una volta terminata, la riorganizzazione dovrebbe comportare economie di 500 milioni di dollari all'anno.

I dati non hanno sorpreso gli analisti. Superano leggermente le previsioni per quanto riguarda giro d'affari e utile operativo, e sono più bassi delle attese per quanto riguarda l'utile netto. I mercati hanno reagito favorevolmente ai dati di mercoledì. Il titolo ABB ha chiuso sulla Borsa svizzera a 14,25 franchi, in crescita del 5,6%.


swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?