Navigation

Un preventivo cantonale su tre in attivo

Ventidue cantoni hanno già presentato il preventivo per il 2001 e uno su tre anticipa un saldo attivo. Un dato sempre negativo ma in miglioramento rispetto a quest'anno: soltanto tre cantoni prevedono infatti un utile per il 2000.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2000 - 14:10

Questi 22 cantoni dovrebbero comunque registrare l'anno prossimo un disavanzo complessivo di oltre mezzo miliardo di franchi. Sono in tutto sette i cantoni a prevedere un bilancio in attivo per il 2001: i due Basilea, Zugo, Lucerna, Turgovia, Zurigo e Ginevra. Altri sette cantoni, pur rimanendo nelle cifre rosse, calcolano un miglioramento rispetto a quest'anno.

Con la sola eccezione di Zugo, che conferma anche per l'anno prossimo l'attuale trend positivo, i cantoni che anticipano un utile nel 2001 erano finora tutti deficitari. In controtendenza Glarona e Svitto che passano dal nero al rosso.

Anche i bilanci di Argovia, San Gallo, Uri e Friburgo, già in rosso quest'anno, si deteriorano ulteriomente, aggravando il disavanzo. Rimangono invece praticamente invariati i bilanci già deficitari di Sciaffusa e di Obwaldo.

Sono i cantoni-città a realizzare i progressi più consistenti. Basilea-città calcola infatti un saldo attivo di oltre 100 milioni di franchi, mentre Ginevra può finalmente anticipare un utile di 18 milioni. I disavanzi previsti per l'anno in corso da questi due cantoni ammontanno a diverse decine di milioni di franchi.

Anche Zurigo passa dal rosso al nero: il cantone più popoloso di Svizzera prevede infatti un'eccedenza di entrate di due milioni di franchi, vale a dire un miglioramento di 187 milioni di franchi rispetto a quest'anno.

Due altri grossi cantoni - Berna e Vaud - rimangono nelle cifre rosse malgrado un netto raddrizzamento delle loro finanze.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?