Navigation

Swiss Life: nel 2002 perdite per 1,7 miliardi

Il 2002 è stato l'anno più nero del gruppo Keystone

Le perdite della Rentenanstalt/Swiss Life sono ulteriormente cresciute nel 2002, passando a 1,7 miliardi di franchi, contro i 115 milioni dell'anno prima.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2003 - 12:10

Per questo motivo all'assemblea generale di maggio non verrà proposto alcun dividendo ma il gruppo conta di uscire presto dalle cifre rosse.

Il volume dei premi lordi è leggermente progredito dello 0,8 per cento a 15,757 miliardi di franchi, ma la perdita operativa prima del pagamento delle imposte e degli interessi (EBIT) è passata da 103 milioni di franchi nel 2001 a 1,847 miliardi, indica il gruppo Swiss Life.

Nessun dividendo

Il capitale proprio è diminuito del 16,3 per cento a 4,17 miliardi. Vista la perdita registrata nel passato esercizio, non verrà proposto alcun dividendo all'assemblea generale del 27 maggio.

Quest'anno la Rentenanstalt/Swiss Life spera di tornare in attivo, malgrado la situazione ancora sfavorevole all'inizio dell'anno per l'assicurazione vita.

La società motiva le forti perdite - le più drammatiche dalla sua creazione nel 1857 - con la difficile situazione economica sul mercato dei titoli che hanno provocato un deterioramento del risultato finanziario del 18% a 4,7 miliardi di franchi.

Calo dei fondi propri

Nonostante il ricupero di 1,1 miliardi di franchi grazie all'aumento di capitale effettuato alla fine dell'anno scorso, i fondi propri sono diminuiti del 16,3% a 4,17 miliardi. Secondo il gruppo, tuttavia, si mantengono ad un livello "sufficiente". Il capitale proprio era già sceso del 35% nel 2002.

Il settore chiave della compagnia, quello delle assicurazioni sulla vita, ha registrato un aumento dell'1% del volume dei premi lordi a 12,9 miliardi di franchi sui principali mercati cioè Svizzera, Francia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo.

Un calo del 16% a 2 miliardi è invece stato realizzato sui mercati non strategici - Gran Bretagna, Italia, Spagna - e nell'attività di La Suisse Vie.

Nel segmento che non comprende il settore vita, è stato rilevato un progresso dei premi lordi del 12% a 1,1 miliardo di franchi. Nel private banking (Banca del Gottardo e Società fiduciaria svizzera), il gruppo ha subito una perdita di 109 milioni di franchi. Per il 2003 la Banca del Gottardo prevede un beneficio di più di 80 milioni.

Ottimismo moderato

Dopo un 2002 catastrofico, per quest'anno la Rentenanstalt/Swiss Life prevede un andamento più roseo e un ritorno alle cifre nere. In un comunicato diramato martedì, la direzione della società ha motivato questo ottimismo con il buon andamento della ristrutturazione in corso.

La nuova strategia aziendale prevede infatti sostanziali risparmi e una maggiore concentrazione sul settore principale di attività.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Anno di fondazione del gruppo: 1857
Perdite: 1,7 miliardi (nel 2002)
Volume dei premi lordi: + 0,8% (nel 2002)
Capitale proprio: - 16,3% (nel 2002)

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?