Navigation

Stabile il mercato dell'impiego

In luglio, meno persone hanno dovuto timbrare il loro certificato di disoccupazione Keystone

In luglio, per il sesto mese consecutivo, in Svizzera il numero di disoccupati è sceso leggermente. Il tasso generale di disoccupazione resta stabile.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 agosto 2006 - 09:00

L'arrivo di apprendesti e studenti sul mercato del lavoro non ha inciso sul tasso di disoccupazione che è ancora del 3,1%, il più basso dall'ottobre del 2002.

Luglio non ha tolto al mercato del lavoro svizzero il vigore che aveva riacquistato nei mesi precedenti. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile e si è attestato al 3,1%, come in giugno.

Il numero delle persone iscritte nelle liste – 121'725 – è tuttavia sceso di 1'112 unità. Le richieste di impiego ammontano a 186'936, ossia 2'956 in meno di giugno. I dati sono stati comunicati il 7 agosto dal Segretariato di stato dell'economia (seco).

La diminuzione del numero di disoccupati non è stata sufficiente ad incidere sul tasso generale. Prendendo in considerazione anche i fattori stagionali e apportando i dovuti correttivi, il tasso di disoccupazione passa al 3,3%.

Ginevra fanalino di coda

Ginevra, che già detiene la palma del cantone con il più alto numero di senza lavoro, è il solo cantone ad aver registrato un aumento del tasso di disoccupazione, che è passato dal 6,8 al 6,9%.

In generale, in Svizzera, insieme al numero di disoccupati è diminuito anche il numero di posti di lavoro vacanti. Rispetto a giugno, presso gli uffici di collocamento, ne sono stati registrati 1'030 in meno, vale a dire 11'529.

Lavoro ridotto e indennità esaurite

In giugno, meno persone e meno aziende sono state costrette a lavorare in modo ridotto. Il numero di ore perse è sceso di 11'097 unità (-22,6% rispetto a maggio), portandosi a 38'062. Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (giugno 2005) erano state registrate 145'103 ore perse, ripartite su 2'194 persone in 210 aziende.

Secondo i dati forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di maggio 2006, 2'962 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione. Il 31%, vale a dire 906 persone, era ancora iscritto presso un Ufficio regionale di collocamento a fine luglio 2006. 460 persone hanno invece trovato un lavoro.

Il ritiro dell'iscrizione all'ufficio di collocamento delle restanti 1'596 persone giunte alla fine del diritto all'indennità, può avere svariate spiegazioni: ripresa di un'attività lucrativa, abbandono del mercato del lavoro, inizio o continuazione di una formazione, partenza per l'estero, proseguimento autonomo della ricerca di un posto di lavoro.

swissinfo e agenzie

La disoccupazione in Svizzera

Fino all'inizio degli anni Novanta, in Svizzera i tassi di disoccupazione erano molto bassi, grazie ad una compensazione delle oscillazioni congiunturali con il ricorso a manodopera straniera, ad un'evoluzione parallela della domanda e dell'offerta di lavoro e agli sforzi per mantenere la pace del lavoro.

In seguito, i tassi di disoccupazione sono però cresciuti rapidamente, raggiungendo nel 1997 il livello record del 5,7%.

Negli ultimi anni, la situazione è migliorata e nel 2005 il tasso medio è stato del 3,8%.

La disoccupazione è più forte nella Svizzera francese e italiana. Le donne sono più colpite degli uomini, gli stranieri più degli svizzeri. In generale il tasso di disoccupazione in Svizzera è più basso di quello dell'Unione europea.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?