Navigation

Sofia Loren nel cuore della finanza elvetica

Grande agitazione mercoledì a Berna alla sede della Swissmint, la Zecca svizzera, per la presenza di Sofia Loren, invitata ad assistere alla coniazione di una medaglia commemorativa in oro e brillanti che celebra la lira italiana.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2000 - 15:48

Il cuore della finanza svizzera ha eccezionalmente aperto le porte blindate della zecca di Stato all'attrice italiana e la Loren non è passata inosservata: almeno cinque stazioni televisive elvetiche si sono contese le migliori inquadrature della diva, oggi 65enne.

Non hanno perso l'occasione neppure il direttore di Swissmint Kuer Rohner e il capo dell'amministrazione federale delle finanze Ulrich Gygi.

L'attrice ha ricevuto la medaglia in omaggio e ha subito spiazzato tutti chiedendone un'altra «perché tengo due figli, e i figli sò pezzi 'e core», ha spiegato.

Swissmint ha colto l'occasione della giornata internazionale della donna per donare la medaglia che celebra la lira italiana alla Loren poiché quest'ultima rappresenta l'immagine ideale dell'Italia nel mondo, ha indicato Rohner.

La medaglia «L'Ultima Lira» fa parte di una serie di sei medaglie pregiate che la zecca svizzera conierà entro il 2002 per ricordare le monete europee che saranno sostituite dall'euro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?