Navigation

Iniziativa per armonizzare le borse di studio

L'accesso alla formazione non deve essere una lotteria, ritiene l'Unione svizzera degli universitari (USU), che martedì a Berna ha lanciato un'iniziativa popolare per armonizzare le borse di studio.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 luglio 2010 - 14:59

Per illustrare la situazione attuale, gli studenti hanno allestito una ruota della fortuna con le bandiere dei diversi cantoni. A seconda dei diversi sistemi cantonali di borse di studio, i passanti hanno ricevuto un soldo di cioccolata di varie dimensioni. Alcuni non hanno ricevuto nulla.

L'azione intende mostrare che l'origine degli studenti continua ad essere determinante nell'accesso e nella riuscita degli studi superiori. Gli aiuti alla formazione - in particolare l'ammontare e la durata dei sussidi - differiscono in effetti in base al cantone di domicilio.

Nel canton Giura il montante medio delle borse di studio è ad esempio di 87 franchi per abitante, mentre è di soli 17 franchi nel canton Sciaffusa. Per eliminare queste differenze, l'iniziativa dell'USU chiede un'armonizzazione del sistema elvetico.

Il testo - che necessita di almeno 100'000 firme entro il 20 gennaio 2011 – vuole ancorare nella Costituzione il finanziamento delle borse di studio in quanto compito della Confederazione. L'iniziativa chiede di garantire uno «standard minimo» durante una formazione nelle scuole superiori, senza però cifrare tale soglia. Ad essere responsabili della messa in atto di queste disposizioni saranno i cantoni.

Nel corso degli ultimi 20 anni, il montante globale delle borse di studio è rimasto pressoché stabile. Con una percentuale del 14%, la Svizzera registra una delle quote di beneficiari più basse d'Europa.

La proposta di armonizzare le borse di studio non è una novità. La scorsa estate, i direttori cantonali dell'istruzione pubblica si sono infatti accordati per aumentare i montanti minimi delle borse da 13'000 a 16'000 franchi. Un aumento che l'USU giudica però insufficiente, se paragonato al costo della vita.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?