Navigation

Fame nel mondo, appello di Ziegler

Lo svizzero Jean Ziegler, relatore speciale delle Nazioni unite per l'alimentazione, ha lanciato lunedì – in occasione della conferenza stampa di fine mandato – un appello urgente ai paesi donatori affinché aumentino l'entità dell'aiuto umanitario.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2008 - 15:09

Secondo Ziegler, se ciò non dovesse avvenire, milioni di persone rischierebbero di morire di fame durante i prossimi mesi. Il sociologo elvetico ha citato le regioni di Gaza e del Darfur (Sudan).

Le agenzie dell'Onu attive in loco – l'Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati palestinesi e il Programma alimentare mondiale – necessitano urgentemente di fondi supplementari per compensare il rincaro dei prezzi agricoli.

Ziegler ha auspicato che i responsabili delle agenzie Onu e il segretario generale Ban Ki-moon, riuniti a Berna tra lunedì e martedì, sappiano cogliere l'importanza di questa rivendicazione e la difendano. «È un giorno essenziale per chi soffre la fame», ha affermato Ziegler.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?