Navigation

Ciclone in Birmania: la situazione s'aggrava

La Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ha lanciato venerdì un appello di fondi per 52,8 milioni di franchi in favore delle vittime del ciclone Nargis in Birmania.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 maggio 2008 - 18:32

Nel paese asiatico è in corso una «catastrofe umanitaria», ha indicato l'organizzazione con sede a Ginevra, secondo cui le persone colpite dal disastro sono due milioni, molte delle quali non hanno un rifugio, né accesso ad acqua potabile, cibo e cure mediche.

L'appello mira ad assistere 500'000 persone nei prossimi tre anni, mentre nell'immediato l'accento sarà posto sui bisogni di sopravvivenza. L'Organizzazione mondiale della sanità stima che almeno il 20% dei bambini scampati alla furia degli elementi sono a rischio di epidemia.

Il bilancio delle vittime del ciclone Nargis, che ha colpito la Birmania il 3 maggio, ha raggiunto i 77'738 morti e i 55'917 dispersi, ha annunciato la televisione statale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?