Navigation

Un premio alla rivitalizzazione del Ticino

La fondazione Bolle di Magadino è stata ricompensata con il premio Elisabeth e Oscar Beugger, dotato di 50'000 franchi, per il suo progetto di rinaturalizzazione del delta del fiume Ticino.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 giugno 2008 - 14:18

L'obiettivo del progetto "Delta vivo" è di rimettere la foce del fiume nello stato in cui si trovava circa 120 anni fa, ha indicato lunedì Pro Natura, che conferisce il premio su mandato della fondazione Emanuel e Oscar Beugger.

A quell'epoca, la zona in cui il Ticino s'immette nel Lago Maggiore costituiva una regione selvaggia. La canalizzazione del fiume e l'utilizzo dei depositi alluvionali da parte di una ditta edile hanno però compromesso gli equilibri naturali.

Attraverso la riattivazione della dinamica alluvionale del delta, la fondazione Bolle di Magadino (dal nome della zona protetta a qualche chilometro da Locarno) potrà creare degli ambienti destinati a ospitare specie animali e vegetali minacciate di estinzione in tutta Europa.

La fondazione Emanuel e Oscar Beugger, basata a Basilea, è stata creata nel 2004. Il suo scopo è la promozione di progetti e istituzioni miranti a proteggere la natura e la fauna elvetiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?