Navigation

Premio per le celle solari col colorante

Michael Grätzel, professore di chimica al Politecnico federale di Losanna, ha ricevuto a Helsinki il Millennium Technology Prize. Dotato di 1,1 milioni di franchi, il premio ricompensa l'invenzione delle celle solari che utilizzano del colorante per imitare la fotosintesi clorofilliana.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 giugno 2010 - 18:20

La cella a pigmenti fotosensibili (Dye Sensitized Cell, DSC) è conosciuta anche con il nome del suo inventore, ovvero cella di Grätzel.

Commercializzata da poco tempo, imita il processo di fotosintesi delle piante per produrre energia. È poco costosa e rappresenta una delle tecnologie più promettenti nel settore delle energie rinnovabili.

Nato nel 1944, Michael Grätzel ha già ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti. È conosciuto anche per i suoi studi sulle batterie agli ioni di litio e per una nuova procedura per la produzione d'idrogeno.

Il prestigioso Millennium Technology Prize è assegnato dall'Accademia tecnologica finlandese, una fondazione istituita nel 2004 dallo stato e dalle industrie.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?