Navigation

Samuel Schmid ufficialmente candidato al Consiglio federale

Il consigliere agli Stati bernese Samuel Schmid in un'immagine scattata lo scorso dicembre Keystone

Il consigliere agli Stati bernese Samuel Schmid è ufficialmente candidato alla successione di Adolf Ogi in governo. La sezione bernese dell'Unione democratica di centro, riunita a Belp, lo ha proposto sabato all'unanimità. L'elezione il 6 dicembre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2000 - 15:16

Spetterà al gruppo UDC alle Camere designare i candidati centristi al Consiglio federale, scegliendoli tra i nomi presentati dalle varie sezioni cantonali. Ma Schmid ha già messo le mani avanti. Sabato ha confermato che se il parlamento, il 6 dicembre prossimo, dovesse eleggerlo, accetterà sicuramente l'incarico: con o senza l'investitura del partito.

Schmid si è espresso sabato a favore dell'adesione all'Onu e della nuova legge sull'esercito, spiegando però che non si batterà affinché la Svizzera diventi membro dell'Unione europea e della Nato.

Schmid è in politica da 30 anni. Siede nel parlamento federale dal 1994 e si definisce un uomo della classe media. Dopo il consigliere di stato turgoviese Roland Eberle è il secondo candidato alla successione di Ogi ad essere designato ufficialmente dalla propria sezione cantonale. Christoffel Brändli, consigliere agli Stati grigionese, e Rita Fuhrer, consigliera di stato zurighese, dovrebbero essere designati dai rispettivi partiti il 18 novembre.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?