Navigation

Pressioni sul lavoro: ad alto rischio le professioni ospedaliere

Per il personale ospedaliero il rischio di rimanere vittima di mobbing è in media sette volte più elevato rispetto alle altre professioni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2000 - 15:57

Il dato emerge dai risultati di una ricerca pubblicata oggi sulla rivista dell'Associazione svizzera dei medici assistenti e capiclinica (ASMAC), secondo la quale, ad accendere la miccia delle persecuzioni, sono soprattutto invidia e concorrenza tra medici.

Le condizioni di lavoro descritte dalla rivista sono tutt'altro che idilliache.
Gli autori della ricerca sostengono inoltre che il peggio potrebbe ancora venire: il terrore psicologico potrebbe addirittura aumentare.

Ad innescare questi meccanismi persecutori sono sovente, sostiene lo psicologo tedesco Dieter Zapft, le misure di razionalizzazione.
“Quando la situazione sul mercato del lavoro non era ancora così difficile -afferma Zapft - le vittime del mobbing ingoiavano il rospo e si cercavano un nuovo lavoro. Ora non è più possibile. “

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?