Navigation

Mandati in qualità di potenza protettrice

swissinfo.ch

Una potenza protettrice entra in gioco quando due paesi interrompono le loro relazioni diplomatiche. La potenza protettrice si assume una parte dei compiti svolti fino a quel momento dalla rappresentanza regolare. La Svizzera ha svolto per la prima volta questo ruolo durante la guerra franco-prussiana del 1870/71.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2013 - 11:00

Durante la Seconda guerra mondiale, la Svizzera ha rappresentato gli interessi di ben 35 Stati, con oltre 200 singoli mandati. Con la fine della Guerra fredda, il numero di incarichi è progressivamente calato. Oggi, la Confederazione assume ancora sei mandati diplomatici di questo tipo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?