Navigation

Fiscalità: accordo in vista con il Canada

Il governo canadese ha annunciato l'avvio a breve scadenza di negoziati con la Svizzera per "adeguare" l'accordo bilaterale di doppia imposizione. Le trattative in vista della nuova convenzione fiscale inizieranno a Berna nella settimana dell'8 febbraio, ha indicato il ministero canadese delle finanze in un comunicato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2010 - 08:51

"Il governo intende in particolare sapere quali difficoltà incontrano i cittadini canadesi sottoposti al regime fiscale svizzero", hanno indicato le autorità di Ottawa, precisando che tutte le persone interessate potranno inoltrare eventuali domande legate all'introduzione dell'accordo sulla doppia imposizione fiscale.

Da notare che il ministro canadese delle imposte Jean-Pierre Blackburn, sta cercando da diversi mesi di ottenere i nomi dei clienti canadesi delle banche elvetiche. La settimana scorsa si è recato in Gran Bretagna, Francia e Germania per raccogliere informazioni presso le autorità fiscali di questi paesi in merito alla lotta contro l'evasione fiscale.

A detta di Blackburn, anche dei cittadini canadesi figurerebbero sulla lista di 3000 evasori fiscali detenuta dal governo francese. Secondo i media francesi, questa lista sarebbe stata allestita grazie ai dati sottratti illegalmente in Svizzera da un ex collaboratore della banca HSBC a Ginevra.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?