Navigation

Personale FFS: sì al nuovo contratto collettivo di lavoro

Tra le innovazioni del nuovo contratto collettivo dei ferrovieri anche la settimana lavorativa di 39 ore Keystone

Il 94 per cento del personale delle Ferrovie federali svizzere FFS, consultato per la prima volta dai sindacati, si è detto favorevole al nuovo contratto collettivo di categoria. La partecipazione allo scrutionio è stata del 59,9 per cento.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2000 - 19:05

La consultazione è stata indetta dai sindacati del settore, presso i quali sono affiliati l'85 per cento dei 28'500 dipendenti delle FFS. La percentuale più alta di «no» - circa un terzo - è stata espressa dagli affiliati al sindacato dei macchinisti. La proporzione di voti favorevoli è stata invece di circa il 90 per cento tra gli aderenti al Sindacato del personale dei trasporti SEV e tra i membri del cristiano sociale Transfair.

Il consiglio di amministrazione delle FFS ha già approvato il contratto collettivo - il primo in assoluto per le ferrovie - nello scorso marzo. L'intesa, che sostituisce l'attuale legge sul personale federale, sarà firmata il 27 giugno: entrerà in vigore il primo gennaio del 2001 e rimarrà in vigore per tre anni. Essa prevede la settimana lavorativa di 39 ore, un'accresciuta partecipazione del personale alle decisioni aziendali e un sistema di retribuzione che tiene conto anche delle prestazioni dei singoli lavoratori.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?