Navigation

Perdita miliardaria per Credit Suisse

Il Credit Suisse ha confermato giovedì di aver subito una perdita di quasi 1,3 miliardi di franchi nel terzo trimestre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 ottobre 2008 - 09:29

Come già anticipato il 16 ottobre, il Credit Suisse ha registrato nel terzo trimestre del 2008 una perdita netta di 1,261 miliardi di franchi, contro un utile netto di 1,302 miliardi nello stesso periodo del 2007. I ricavi netti di base si sono attestati a 3,109 miliardi, in calo del 48% rispetto al terzo trimestre 2007.

Il risultato, ha rilevato l'azienda, è dovuto a una perdita ante imposte di 3,225 miliardi nell'Investment Banking, cui hanno contribuito svalutazioni per 2,428 miliardi su acquisizioni finanziate da terzi («leveraged finance») e prodotti strutturati, nonché «condizioni eccezionalmente avverse» per le attività di negoziazione a settembre.

Secondo il CEO Brady Dougan, si tratta di «un risultato chiaramente deludente, anche se comprensibile alla luce dell'attuale contesto di mercato». Egli ha però aggiunto che «i forti afflussi netti di nuovi capitali registrati dal Private Banking dimostrano la fiducia che i clienti ripongono nella banca».

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?