Navigation

Influenza spagnola e Covid-19 in Svizzera, gestione delle pandemie a confronto

"La storia fa rima con se stessa", sottolineava Mark Twain. RSI-SWI

Uno studio interdisciplinare delle Università di Zurigo e Toronto ha studiato la gestione della pandemia di influenza spagnola in Svizzera, e in particolare nel cantone Berna, un secolo fa. Emergono similitudini con la situazione odierna.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 febbraio 2021

Le malattie sono completamente diverse così come il contesto sociale. Ma emergono diversi parallelismi tra la Covid-19 e l'influenza spagnola che in Svizzera tra il 1918 e il 1919 uccise quasi 25'000 persone. Il canton Berna fu particolarmente colpito.

Ai tempi la risposta fu immediata e centralizzata. Nel cantone vennero, ad esempio, chiuse le scuole e limitati gli assembramenti, misure che ebbero un effetto rapido. La stessa cosa è accaduta a livello nazionale lo scorso anno.

Ritornando al 1919, dopo la prima ondata il canton Berna lasciò la competenza ai singoli comuni temendo restrizioni all'economia. La risposta non fu altrettanto efficace e la seconda ondata colpì molto più duramente.

Una situazione che ricorda quanto successo in Svizzera quest'estate quando il governo ha consegnato nuovamente la competenza ai cantoni. Gli approcci differenziati e spesso più timidi dei singoli esecutivi cantonali hanno avuto come conseguenza, secondo molti, l'accresciuta severità della seconda ondata.

"In Svizzera non si ha molta esperienza con epidemie a più ondate. La possibilità di ondate successive ancora oggi è troppo poco considerata nei piani di pandemia", spiega lo storico ed epidemiologo Kaspar Staub, il quale ha studiato a fondo il caso bernese.

Come i suoi colleghi, auspica che la risposta alla pandemia di coronavirus venga analizzata a fondo, a differenza di quanto accaduto per la spagnola, così da essere più preparati in futuro.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 09.02.2021)

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Notiziario
Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

I migliori articoli della settimana

Restate aggiornati/e con i migliori articoli di SWI swissinfo.ch su un'ampia varietà di argomenti, direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

Settimanale

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.