Navigation

Omosessuali in piazza a Berna per il Pride 2000

Tanti colori e tanti sorrisi alla manifestazione per i diritti degli omosessuali Keystone

Più di 3000 omosessuali e simpatizzanti, provenienti da tutta la Svizzera, si sono riuniti sabato sulla Piazza federale, per rivendicare l'estensione del diritto di domicilio al partner straniero, finora concesso soltanto alle coppie eterosessuali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 luglio 2000 - 11:38

Dimostrazioni analoghe per sottolineare l'orgoglio (pride) gay si sono svolte in diverse capitali europee. A Berna la manifestazione ha avuto come padrini la consigliera agli Stati socialista Christiane Brunner e il sindaco della città, Klaus Baumgartner, pure socialista.

Dopo le edizioni tenutesi a Ginevra, Losanna e Friburgo, per la prima volta Pride 2000 si è svolto nella Svizzera tedesca, e il sindaco Baumgartner si è detto contento che la manifestazione sia giunta a Berna. «Spero che in questo modo si favorisca un clima di tolleranza e solidarietà», ha detto il sindaco.

Da parte sua, Christiane Brunner ha approvato la richiesta di una soluzione al problema del diritto di residenza per le coppie con doppia nazionalità. Non dovrebbe essere difficile applicare criteri analoghi a quelli in uso per gli eterosessuali, ha affermato la politica ginevrina. La consigliera agli Stati ha pure ricordato il contributo delle lesbiche al movimento femminile.

Dopo i discorsi, i partecipanti sono sfilati nel centro cittadino. Nonostante il tempo capriccioso, l'atmosfera era carnevalesca, con la presenza di carri, costumi, musica e danze. Tanti colori - l'arcobaleno è il simbolo del movimento omosessuale- e anche numerosi spettatori hanno rallegrato le vie della città federale. La festa è proseguita con concerti e musica per tutta la notte.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?