Navigation

Nuovo primato del mondo ad Athletissima

La gioia di Xiang Liu dopo il suo record losannese Keystone

Xiang Liu ha battuto martedì sera il record del mondo dei 110 metri ostacoli durante il meeting losannese di Athletissima. Il cinese ha corso in 12"88.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2006 - 09:16

Si tratta del terzo record del mondo stabilito a Losanna, dopo i 9"85 dello statunitense Leroy Burrell sui 100 metri nel 1994 e i 4m93 nel salto con l'asta della russa Elena Isinbayeva lo scorso anno.

Poco prima delle 21 di martedì sera nello stadio della Pontaise di Losanna è scoppiato un boato: il cronometro segnava 12"88, tempo sinonimo di nuovo primato del mondo nei 110 metri ostacoli per l'atleta cinese Xiang Liu, tre centesimi in meno del precedente record detenuto dal britannico Colin Jackson (1993) e dallo stesso Liu (2004).

Gli spettatori di Athletissima hanno potuto assistere ad una corsa veramente fenomenale, poiché il secondo, lo statunitense Dominique Arnold, ha fatto fermare il cronometro a 12"90.

Terzo record del mondo

I due uomini hanno potuto beneficiare di condizioni ideali, con un vento a favore di 1,1 m/s.

"È geniale, non riesco ancora a crederci. Qui avevo già battuto il record del mondo juniori (nel 2003, 13"12), grazie Losanna", ha affermato il campione olimpico 2004, primo oro cinese nella storia dei Giochi olimpici in atletica. L'atleta di Shanghai non poteva festeggiare in modo migliore il suo compleanno: Xiang compie infatti 23 anni mercoledì.

Quello di Xiang Liu è il terzo record del mondo stabilito a Losanna. Nel 1994, lo statunitense Leroy Burrel aveva corso i 100 m in 9"85 e lo scorso anno la russa Elena Isinbayeva aveva superato i 4m93 nel salto con l'asta.

È nata una nuova stella?

Che la pista dello stadio della Pontaise sia particolarmente adatta agli sprinter è risaputo e martedì ne è giunta un'altra conferma. Tre quarti d'ora dopo il record del mondo di Xiang, sui 200 m l'americano Xavier Carter ha fermato i cronometri a 19"63, secondo miglior tempo della storia dietro al supersonico 19"32 stabilito 10 anni fa da Michael Johnson.

Fino allo scorso anno Carter era ancora sconosciuto. A Losanna, questo studente di 20 anni ha polverizzato il suo record personale di mezzo secondo. Dall'inizio della stagione Carter sta però facendo parlare di sé: è infatti diventato il primo atleta dopo Jesse Owens negli anni '30 a conquistare quattro titoli ai Campionati universitari statunitensi (100 m, 200 m, 4x100 m e 4x400 m).

Diverse migliori prestazioni

Questa 31esima edizione di Athletissima è stata caratterizzata anche da diverse migliori prestazioni stagionali, in particolare quella della keniana Janeth Jepkosgei sugli 800 m, corsi in 1'56"66. La Jepkosgei è riuscita a battere una ritrovata Maria Mutola. Sui 100 metri ostacoli, la statunitense Michelle Perry ha fissato il cronometro a 12"43.

Tra gli svizzeri ha brillato soprattutto Alexander Martinez, che ha nuovamente migliorato il record elvetico del salto triplo. Di origine cubana e cittadino elvetico dallo scorso mese di febbraio, Martinez ha saltato 16m99.

I 100 metri sono invece questa volta passati quasi inosservati. Ciò non ha comunque impedito a Marion Jones di provare che quest'anno si dovrà contare pure su di lei: la statunitense ha vinto in 10"94.

Tra gli uomini la corsa è stata più deludente. Assente Justin Gatlin, si è imposto l'americano Leonard Scott in 10"05.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

La 31esima edizione del meeting losannese di Athletissima è stata seguita da 12'900 spettatori.
Tre svizzeri sono riusciti a qualificarsi per i Campionati europei di Göteborg previsti in agosto. Andreas Kundert e Ivan Bitzi nei 110 m ostacoli e Pierre Lavanchy nei 400 m.
La delegazione elvetica che si recherà in Svezia è composta attualmente da 11 atleti.

End of insertion

In breve

Athletissima è il quinto meeting in ordine di importanza secondo la classifica dell'Associazione internazionale delle federazioni d'atletica.

I meeting sono classificati in tre categorie: Golden League, Super Grand Prix et Grand Prix.

L'altro grande meeting svizzero, la Weltklasse di Zurigo, è al quarto posto ed è l'unico meeting elvetico che fa parte della Golden League.

Athletissima ha un budget di 2,5 milioni di franchi. Agli atleti sono distribuiti premi per una somma totale di 610'000 franchi.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?