Navigation

Novartis vuole rilevare la Wesley Jessen Vision Care per 785 milioni

Con l'acquisto di Wesley Jessen Vision Care, Novartis rafforza la propria posizione nel settore delle lenti a contatto Keystone

La Novartis mira a rafforzare nettamente la sua posizione nel settore delle lenti a contatto. Ciba Vision, filiale del gruppo farmaceutico, vuole rilevare l'impresa americana Wesley Jessen Vision Care per 785 milioni di dollari (1,33 miliardi di franchi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 maggio 2000 - 13:24

Wesley Jessen Vision Care ha sede a Des Plaines in Illinois ed è quotata al Nasdaq, la borsa telematica americana che riunisce molti titoli tecnologici. Le parti hanno concluso un accordo di vendita definitivo, ha precisato la Novartis. Il gruppo basilese è così riuscito a far meglio della concorrente Bausch&Lomb, pure interessata alla Wesley Jessen Vision Care.

I due partner occuperanno la seconda posizione a livello mondiale. La maggiore impresa del mercato è la Johnson & Johnson. L'offerta di Ciba Vision è stata appoggiata all'unanimità dal consiglio di amministrazione della Wesley Jessen Vision Care.

Concretamente Ciba Vision propone 38,5 dollari per ciascuna aziione della società americana, pari a un premio del 17 percento rispetto alla chiusura di venerdì scorso. Il titolo della Wesley Jessen Vision Care aveva chiuso a un livello del 55 percento inferiore prima del lancio dell'offerta lo scorso 22 maggio da parte della Bausch & Lamb.

La Wesley Jessen Vision Care occupa 2 700 persone e realizza un giro d'affari di 312 milioni di dollari. La Novartis ha preso una decisione rapida per acquistare la Wesley Jessen Vision Care, ha indicato Mark Hill, portavoce del gruppo, aggiungendo che, per riuscire, l'operazione necessita dell'adesione del 51 percento dei titoli e del nulla osta delle autorità.

Ciba Vision e Wesley Jessen Vision Care dovrebbero raggiungere un giro d'affari di 1,4 miliardi di franchi, con un organico di 8 900 persone.

Swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?