Navigation

Natacha Badmann rimane la "donna di ferro"

Natacha Badmann al traguardo Keystone Archive

La svizzera Natacha Badmann ha vinto per la seconda volta consecutiva e per la terza volta in totale i campionati mondiali di triathlon Ironman nelle Hawai. Tra gli uomini il vincitore è lo statunitense Tim DeBoom.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2001 - 14:24

In un clima torrido e con un forte vento lungo il tracciato ciclistico Christoph Mauch, il migliore svizzero fra gli uomini, si è piazzato al decimo posto, vedendo sfumare per una difetto alle ruote la possibilità di una medaglia.

Occhi in lacrime per Natacha Badmann all'arrivo, attorniatata dal giubilo dei circa 30'000 spettatori. Ma non per il dolore, bensì per gratitudine: "Ero così felice di poter condividere questa vittoria con degli spettatori fantastici. Già prima della gara ho percepito la loro simpatia. Sono contenta di aver restituito loro qualcosa, con la mia vittoria."

Una vittoria storica

Con la sua vittoria la 34enne svizzera ha scritto una nuova pagina nella storia del triathlon. Oltre a Badmann, solo Paula Newby-Fraser dello Zimbabwe (otto vittorie alle Hawai), ha vinto più di due volte il torneo Ironman.

Il livello della prestazione di Natacha Badmann può essere letto dal raffronto con gli uomini. Solo 36 atleti sono giunti prima di lei al traguardo, tra cui oltre a Mauch gli altri svizzeri Bruno von Flüe (20esimo) e Lukas Zgraggen (30esimo).

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?