Navigation

Misure severe per accedere al Rütli

Nel 2005 il discorso sul mitico praticello del Rutli era stato pronunciato dal ministro Samuel Schmid Keystone

Chi desidera accedere alla festa nazionale del 1.agosto sul praticello del Rütli sarà sottoposto a severi controlli, volti a evitare le intemperanze dei neonazisti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 aprile 2006 - 15:59

Il discorso della festa sarà pronunciato dal presidente del consiglio d'amministrazione di Swisscom, Markus Rauh. Il presidente della Confederazione Moritz Leuenberger aveva annunciato due giorni fa di non volervi partecipare.

Per partecipare alla festa del 1.agosto sul mitico praticello del Rütli, nel canton Uri, occorrerà procurarsi un apposito biglietto, che sarà distribuito gratuitamente ma solo dopo avere presentato un documento d'identità.

Gli organizzatori intendono così impedire ai militanti di estrema destra di creare scompiglio durante la manifestazione. Lo scorso anno infatti, gruppi organizzati di neonazisti avevano pesantemente disturbato l'allocuzione del presidente della Confederazione Samuel Schmid.

«Vogliamo garantire una festa federale degna di questo nome», ha indicato giovedì in conferenza stampa a Lucerna Judith Stamm, presidentessa della Società svizzera di utilità pubblica (SSUP).

Posti limitati

I biglietti possono essere ottenuti facendone apposita richiesta via internet o per posta alla SSUP. Essi indicheranno nome, indirizzo e data di nascita dell'interessato in modo da permettere alle forze dell'ordine una facile verifica dell'identità delle persone.

Dei 2'300 biglietti circa, la metà sarà distribuita dalla SSUP. L'altra metà sarà offerta a Cantoni e Confederazione che la cederanno a persone scelte da loro, ma anche in questo caso i detentori dovranno dichiarare la propria identità.

Non è ancora chiaro se i dati dei possessori dei biglietti saranno accessibili alle autorità preposte alla sicurezza: le basi legali sono attualmente oggetto di verifica.

Controlli di polizia

La polizia predisporrà un centro di controllo nella regione di Brunnen, nel cantone di Svitto, che sarà l'unico luogo di transito verso il Rütli, ha spiegato Beat Hensler, comandante della polizia cantonale lucernese e responsabile della coordinazione tra le varie forze dell'ordine impiegate il primo agosto.

La polizia sarà particolarmente presente nella località svittese, che negli scorsi anni è stata teatro di manifestazioni di estremisti di destra.

Oltre alle forze dell'ordine dei Cantoni della Svizzera centrale, nella regione saranno chiamati gendarmi anche da altre parti del Paese. L'esercito si occuperà del controllo aereo.

Discorso di Markus Rauh

I provvedimenti annunciati giovedì non escludono cori di disapprovazione durante l'allocuzione di quest'anno, che del resto sono naturali in democrazia, ha detto la presidente della commissione del Rütli.

Markus Rauh, presidente del consiglio di amministrazione di Swisscom fino al 25 aprile, è disposto a correre questo rischio. Gli organizzatori della festa lo hanno invitato a pronunciare l'allocuzione quale rappresentante dell'economia socialmente impegnato e con interessi culturali variegati , ha detto Judith Stamm.

Nessun ministro presente

Dal canto suo, il presidente della Confederazione Moritz Leuenberger aveva annunciato martedì di non volere partecipare alla festa del 1.agosto sul Rütli. «Non è una tradizione che il presidente della Confederazione intervenga in tale occasione sul praticello urano e non è necessario che lo diventi», ha affermato.

«La decisione è condivisa dall'intero Consiglio federale», ha detto André Simonazzi, portavoce del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) - il dipartimento di Leuenberger – precisando che gli incidenti provocati dai neonazisti negli ultimi anni non hanno influito su tale decisione.

La scelta dipende dal fatto che il Consiglio federale non vuole fare del discorso presidenziale sul Rütli una tradizione. Parte piuttosto dal principio che tutti i festeggiamenti del 1. agosto sono ugualmente importanti in Svizzera.

swissinfo e agenzie

In breve

La Festa nazionale del primo agosto è stata istituita alla fine del XIX secolo, ma solo dal 1994 è diventata un giorno festivo ufficiale in tutto il paese.

Con questa giornata viene celebrato il patto siglato ad inizio agosto del 1291 - firmato secondo la tradizione sul praticello del Rütli - dai rappresentanti dei cantoni di Uri, Svitto e Untervaldo, i quali hanno gettato le basi di un'alleanza che ha portato poi alla nascita della Svizzera moderna nel 1848.

Gli estremisti di destra sono presenti sul praticelloo del Rütli da una decina d'anni. Avevano fatto parlare di loro per la prima volta nel 2000, quando avevano fischiato l'allora consigliere federale Kaspar Villiger.

Lo scorso anno, hanno fortemente perturbato il discorso pronunciato dall'allora presidente della Confederazione Samuel Schmid.

End of insertion
In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?