Navigation

Le azioni Emmi sono già in crescita

I collaboratori di Emmi possono gioire dopo il successo del primo giorno di quotazione in Borsa Keystone

Gli investitori si sono gettati sui titoli del gruppo lattiero svizzero, che ha vissuto lunedì il suo debutto nella Borsa svizzera.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2004 - 18:25

Nel corso della giornata, le azioni hanno toccato quotazioni del 10% superiori al valore di emissione.

Il gruppo lattiero Emmi è partito bene nella sua prima giornata alla Borsa svizzera.

Alla chiusura, i titoli registrano un aumento dell’8,3% stabilendosi a 108,30 franchi. La vigilia, il prezzo di emissione era stato fissato a 100 franchi.

Un risultato che non sorprende, visto il successo ottenuto durante la fase di sottoscrizione, dove i titoli sono andati letteralmente a ruba. La domanda ha superato di ben dieci volte il volume a disposizione.

Emmi ha offerto un milione di azioni di 10 franchi nominali, provenienti da un precedente aumento di capitale. Altri 85'000 titoli erano nelle mani di azionisti.

260'000 scambi

Il risultato odierno di Emmi assume ancor più rilevanza se si considera che la seduta odierna della Borsa svizzera si è chiusa all’insegna del ribasso.

Lo Swiss Market Index (SWX), l’indice dei valori guida, ha subito un calo dello 0,62% a quota 5520,70, mentre l'indice più ampio Swiss Performance Index (SPI) ha segnato una flessione dello 0,60% a 4103,96 punti.

Durante la prima giornata, le operazioni hanno coinvolto oltre 260’000 azioni Emmi.

Il titolo del gruppo lattiero lucernese si è mostrato in buona salute già dai primi scambi, aprendo a 104,50 franchi. In mattinata, il corso ha toccato il valore massimo di 109,90.

Emmi registra così la seconda migliore progressione della giornata.

Sguardo volto all’estero

In base al prezzo di collocamento, Emmi ha una capitalizzazione di mercato di 430 milioni di franchi. La parte di titoli in circolazione, compresa l'opzione supplementare (greenshoe), si aggirerà sul 25,2%.

Grazie a questo inizio promettente, Emmi potrà utilizzare i soldi incassati per finanziare la sua espansione all’estero - in particolare in Germania, Italia, Austria e Nordamerica - e rafforzare le sue strutture di vendita.

Nel 2003, il gruppo lattiero numero 1 in Svizzera ha generato una cifra d’affari di 1,9 miliardi di franchi, di cui 435 milioni all’estero.

Durante il primo semestre di quest’anno invece, le vendite di Emmi hanno totalizzato 939 milioni di franchi, ovvero un aumento del 2% rispetto allo stesso periodo del 2003. Anche il beneficio è incrementato del 2% a 22 milioni.

swissinfo e agenzie

In breve

Nella sua prima giornata di quotazione nella Borsa svizzera, l’azione Emmi ha aperto a 104,50 franchi.

Il prezzo di emissione era stato fissato a 100 franchi.

Alla chiusura, il titolo registra un aumento dell’8,3% a 108,30 franchi.

L’operazione dovrebbe permettere ad Emmi di finanziare la sua espansione all’estero.

End of insertion

Fatti e cifre

500 milioni di franchi la cifra d’affari di Emmi nel 1993.
1,9 miliardi nel 2003.
circa 2'600 collaboratori.
I fornitori di Emmi possiedono 90'000 capi di bestiame ripartiti in 5'450 aziende.
La Svizzera produce mediamente 3,8 miliardi di litri all'anno.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?