Navigation

La poesia del Circus Monti messa in scena da Dimitri

La tournée 2001 del Circus Monti è ufficialmente iniziata con la prima, rappresentata venerdì sera a Wohlen, nel Canton Argovia, dove ha sede il quartiere invernale di questo piccolo ma qualitativamente grande circo svizzero. Una stagione impegnativa che si concluderà il prossimo 21 ottobre a Wettingen dopo aver toccato, nel corso di otto mesi, 59 differenti località della Svizzera tedesca. Regista dello spettacolo, come già nella tournée del 1998, il celebre clown Dimitri.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2001 - 01:52

Se la tournée raccoglierà gli stessi, entusiastici consensi, registrati alla prima, allora per il Circus Monti la stagione 2001 sarà da incorniciare. Eh sì perché l'applauso finale del pubblico, che ha gremito gli 800 posti del tendone, è stata una vera e propria standing ovation di oltre una decina di minuti, a conferma della soddisfazione di chi ha avuto il piacere di assistere a questo spettacolo, messo in scena dal celebre clown Dimitri assieme alla figlia Masha, di professione coreografa.

Una storia senza parole, rafforzata dalla musica di sette valenti musicisti (sei polacchi ed un basilese) che, fatto sicuramente unico nella storia del circo -come ha dichiarato a swissinfo lo stesso Dimitri- hanno accompagnato i numeri in programma con la naturalità di note non amplificate da congegni elettronici di alcun genere. Musica che, come quella del precedente programma, è stata scritta ad hoc dal compositore ticinese Oliviero Giovannoni.

Giocolieri, trapezisti, acrobati, comici: in tutto dodici artisti, giovani d'età ma non di talento, con tanta voglia di fare bene e motivati da un regista d'eccezione come Dimitri. Nomi che già splendono nel firmamento circense, come quello del Trio Csaszar, due fratelli ungheresi e la moglie di uno di loro (rimpiazzata da un'eccezionale riserva perché infortunata nell'ultima settimana) che, con la loro spettacolare maestria ed abilità di giocolieri, hanno mandato in visibilio il pubblico.

Scroscianti applausi anche per le acrobazie del russo Alexej Ivanov, l'agilità e la grazia al trapezio della francese Suzanne Soler, la precisione sulla corda della finlandese Ulla Tikka, la vivacità e la simpatia del parigino Eric Varelas, la comicità esilarante dello statunitense Paul Del Bene. Molti applausi anche per i due artisti svizzeri: la clownesca saltimbanca Mélanie Merçay e l'acrobata Nicolas Leresche, nonché per i due padroni di casa, i fratelli argoviesi Johannes e Niklaus Muntwyler, il primo agile equilibrista con coltelli e spade ed il secondo dal polso fermo nel numero del dresaggio dei cavalli.

Uno spettacolo, quello del Circus Monti, che si affida soprattutto alla bravura dei suoi interpreti e dove l'arte circense diventa poesia, emozione, cultura. Due ore di spettacolo che si trasformano in piacere puro per lo spettatore, affascinato dall'atmosfera, dalla simbiosi tra circo e teatro e dalla presenza nell'arena di pochissimi animali: oltre al tradizionale numero di dressaggio con quattro stalloni ed un pony nero, la presenza discreta di un asinello tra un numero e l'altro ed una gallina che fa finire in gabbia il clown.

Quale miglior augurio per questa tournée 2001 del Circus Monti dello straripante successo registrato alla prima. Una squadra motivata a proporre un avvenimento culturale che va al di là del puro e semplice spettacolo circense perché, come è scritto nella prima pagina del programma di quest'anno "il circo deve essere luogo d'incontro, trasmettere colori, del piacere, del movimento, della musica e dei sogni".

Sergio Regazzoni

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?