Navigation

L'orologeria vola di record in record

Un anno da incorniciare per gli orologiai elvetici Keystone

Per il settore orologiero, novembre è stato un mese fasto. Con esportazioni per 1,263 miliardi di franchi battuto il record precedente risalente ad ottobre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 dicembre 2004 - 13:18

Secondo la Federazione orologiera, da gennaio a novembre il volume delle esportazioni ha superato i 10 miliardi. Il primato è vicino.

L'orologeria svizzera si sta apprestando a stappare lo champagne. Nel solo mese di novembre, le esportazioni sono salite del 12,3% a 1,263 miliardi di franchi rispetto al mese corrispondente del 2003, indica martedì la Federazione orologiera (FH).

È stato così superato il precedente record mensile, risalente all'ottobre di quest'anno, quando erano stati raggiunti 1,198 miliardi.

Il dato deve però essere parzialmente stemperato poiché, rispetto al 2003, le giornate lavorative erano due in più.

Verso un anno storico

Sull'arco dei primi 11 mesi del 2004 le esportazioni hanno superato per la prima volta i 10 miliardi di franchi, attestandosi a 10,1 miliardi, il 9,3% in più rispetto al medesimo periodo del 2003.

Per il settore orologiero si tratterà verosimilmente di un'annata da incorniciare: il precedente primato su dodici mesi - 10,65 miliardi di franchi - realizzato nel 2001, dovrebbe infatti essere superato quest'anno. Una prospettiva rallegrante per la FH, visto che le previsioni propendevano piuttosto per una stagnazione verso fine anno.

Lo scorso mese, l'esportazione di orologi finiti è progredita del 13,1%. Da gennaio, essa rappresenta un valore di 9,31 miliardi di franchi (+10,1%). Il numero di pezzi è aumentato solo del 2,1% (a 23,3 milioni). Un dato che conferma la tendenza costante all'aumento del prezzo medio.

USA sempre sbocco numero uno

Gli Stati Uniti continuano ad essere il mercato principale, malgrado la contrazione del 7,9% in novembre. Negli 11 mesi su tutti i mercati più importanti si constata una progressione. Per gli USA è stata del 12,7% a 1,73 miliardi, precisa la FH. In seconda posizione figura Hong Kong, con acquisti per 1,5 miliardi di franchi (+15,5 per cento).

Stabili invece le forniture al Giappone (+0,8% a 903 milioni). L'Italia ha registrato un aumento del 6,7% a 717 milioni. In lieve calo (-0,1%) le consegne a Francia (556 milioni) e Germania (516 milioni). Continua il boom del mercato cinese, progredito del 40,8% a 253 milioni e di quello russo (+23,4% a 157 milioni).

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Con 1,263 miliardi di franchi in novembre, il volume delle esportazioni orologiere è progredito del 12,3% rispetto al 2003.
Da gennaio a novembre, l'export ha raggiunto 10,1 miliardi, il 9,3% in più dello scorso anno.
L'aumento è dovuto soprattutto all'esportazione degli orologi finiti, cresciuta del 13,1% in novembre.

End of insertion

In breve

L'orologeria è una delle principali industrie d'esportazione in Svizzera, assieme al quella delle macchine e della farmaceutica.

Secondo la statistica dell'amministrazione federale delle dogane, da inizio gennaio, un franco su 13 ottenuti all'estero in termini di cifra d'affari sono da ricondurre a questo settore.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?