Navigation

Italia, voto all'estero: sospetto di brogli

Il ministro italiano dell'Interno, Giuliano Amato, ha comunicato sabato nel corso di una conferenza stampa di avere «ricevuto una comunicazione da parte della Procura di Reggio Calabria su un tentativo di broglio per il voto all'estero».

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 aprile 2008 - 16:55

Si tratta, ha spiegato Amato, «di materia coperta dal segreto istruttorio. Dopo aver ricevuto la notizia ho subito attivato il ministero degli Esteri che ha provveduto con particolare attenzione a garantire che quelle schede non vengano mai perse di vista». I presunti brogli concernerebbero l'America Latina.

In alcune circoscrizioni estere sono peraltro stati segnalati ritardi ed errori nella spedizione del materiale di voto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?