Navigation

Incendi in Svizzera per Pasqua: danni per milioni di franchi

Milioni di franchi di danni, ma nessun ferito: questo il bilancio di vari incendi divampati nella fine settimana di Pasqua in Svizzera. All'origine dei sinistri c'erano essenzialmente difetti tecnici o disattenzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2000 - 18:22

A Blumenstein, nel canton Berna, sabato a causa di una presa elettrica difettosa è interamente bruciato un fienile, mentre l'attigua fattoria trasformata in appartamenti è stata danneggiata dal fumo e dall'acqua utilizzata per spegnere le fiamme. I danni sono valutati a diverse centinaia di migliaia di franchi.

Un difetto elettrico è all'origine anche dell'incendio scoppiato la notte tra domenica e lunedì in un ristorante cinese nei pressi della stazione di Berna. I danni, in questo caso, si aggirano sui centomila franchi.

Ignota invece finora la causa del sinistro che ieri ha distrutto il sottotetto di un edificio a Wettswil am Albis, nel canton Zurigo. I danni sono stimati a 250 mila franchi.

Senza gravi danni si è invece risolto sabato un incendio in una fabbrica a Sennwald, nel canton San Gallo. Il fuoco si è sprigionato dalla cassetta degli interruttori.

La sbadataggine è costata 50 mila franchi ad un uomo che ha dimenticato due fornelli elettrici accesi domenica a Bülach, nel canton Zurigo. I fornelli hanno infatti preso fuoco e le fiamme si sono estese al locale.

Meno cara è costata la disattenzione a una persona che sempre domenica non ha completamente spento un focolare all'aperto a Läufelfingen, nel semi cantone di Basilea Campagna. Il fuoco nella notte si è esteso all'intero prato, causando danni per circa 15 mila franchi.

Piromani all'opera sabato a Niedergösgen, nel canton Soletta, dove ignoti hanno appiccato il fuoco ad un'auto che era stata rubata nella notte da mercoledì a giovedì ad Aeschi.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?