Navigation

Il comandante della polizia friburghese avrebbe testimoniato il falso al processo Grossrieder

Denunciato per falsa testimonianza dalla procuratrice generale Anne Colliard Arnaud, Pierre Nidegger è sospettato di aver mentito durante il processo a carico di Paul Grossrieder.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2000 - 14:07

La denuncia, inoltrata già giovedì della settimana scorsa, è stata confermata mercoledì dal ministero pubblico friburghese. Fabienne Hohl, presidente del Tribunale cantonale, deve ora nominare un giudice istruttore straordinario, visto che tutti quelli in carica hanno rifiutato l'incarico.

Sentito quale testimone al processo Grossrieder, Nidegger ha più volte dichiarato di non aver assistito al primo interrogatorio dell'ex brigadiere. L'ex capo dell'antidroga afferma invece che durante l'audizione, avvenuta il 20 marzo 1998, aveva subito pressioni sia da parte di Nidegger che del giudice Patrick Lamon. Testimoni hanno confermato la presenza del comandante all'interrogatorio.

Martedì scorso, il tribunale penale della Sarine aveva assolto Grossrieder da ogni accusa. L'ex brigadiere era stato sospeso dal suo incarico 27 mesi fa: il Consiglio di stato friburghese deciderà prossimamente se reintegrarlo alle sue funzioni.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?