Navigation

Gli Svizzeri sempre più soddisfatti della politica finanziaria

Anche in maggio si è registrato in Svizzera un nuovo impulso al rincaro dell'indice dei prezzi all'importazione Keystone

Lo rivela uno sondaggio sul tema delle finanze statali, realizzato per conto della Società svizzera di ricerche sociali pratiche. Dallo strudio risulta pure che la popolazione svizzera è mal informata sulla politica finanziaria della Confederazione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2000 - 13:40

Una gran parte degli intervistati sopravvaluta le uscite provocate dalle autorità e dall'ammninistrazione, mentre sottovaluta le spese per la formazione, la ricerca e il benessere sociale.

Dall'ultimo sondaggio di due anni fa, la parte di coloro d'accordo con la distribuzione delle risorse finanziarie è aumentata di oltre la metà. Ma sempre oltre il 40 percento richiede che la Confederazione investa di più nel campo della formazione.

Per la prima volta dal 1986, è risultata inferiore (35 percento) la percentuale di persone che ritengono di ricevere meno di quello che danno in forma di imposte.

Inoltre l'80 percento degli interpellati afferma che la Svizzera conduce una politica finanziaria favorevole alla crescita e all'occupazione.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?