Navigation

Funivie segnate dal maltempo

Keystone

Le funivie svizzere sono solo moderatamente soddisfatte della stagione estiva 2001. Il fatturato è calato del 5 per cento rispetto all'estate precedente.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 novembre 2001 - 16:11

Il settore realizza nei mesi estivi circa il 15 per cento del giro d'affari annuale, e vi è ancora fiducia nella stagione invernale.

L'»ottobre d'oro» ha portato un po' di luce in un bilancio modesto, ha detto Felix Maurhofer, portavoce di Funivie Svizzere (FUS), l'ex Associazione svizzera delle imprese di trasporto a fune, che ha effettuato un sondaggio presso i suoi membri in tutte le regioni svizzere. Ma non è stato sufficiente a compensare i periodi di maltempo che hanno caratterizzato i mesi da giugno a settembre.

La politica di alcune imprese grigionesi di non garantire più sconti ai possessori di abbonamenti FFS a metà prezzo non ha influito sul fatturato: il calo registrato nel cantone sudorientale è in media con quello notato nel resto del paese, ha detto Maurhofer.

Anche i ristoranti di montagna annunciano una diminuzione delle entrate pari al 9 per cento. Il settore è stato particolarmente colpito dal brutto tempo registrato in numerosi fine settimana, che ha inciso in special modo sul turismo di giornata.

Secondo Maurhofer in generale le prospettive per i mesi invernali non sono negative: i turisti svizzeri e tedeschi, che insieme rappresentano la gran parte della clientela, non risentono della paura di volare susseguente agli attentati dell'11 settembre.

Alcune regioni come Grindelwald, Wengen (Oberland bernese) e Crans Montana subiranno però un rallentamento, visto che dipendono in modo particolare dai turisti americani. Per tutte le località sarà comunque importante il fattore neve: sarebbe ideale se nevicasse già alla fine di novembre, ha concluso Maurhofer.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?