Navigation

Edilizia: fine del conflitto tra le parti sociali

Dopo mesi di conflitto, le parti sociali dell'edilizia hanno sotterrato l'ascia di guerra: con la mediazione del Segretariato di Stato dell'economia (Seco), sono giunti a un «compromesso dell'ultimo minuto».

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 marzo 2000 - 09:47

L'intesa prevede un aumento generale di 100 franchi sia degli stipendi mensili sia dei minimi salariali a partire dal 1. luglio. Per i primi sei mesi dell'anno il rincaro verrà versato sotto forma di una tantum, hanno annunciato i rappresentanti padronali, sindacali e del Seco questa mattina in una conferenza stampa diretta dal ministro dell'economia Pascal Couchepin.

seguirà sviluppo nel pomeriggio

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?