Navigation

Terzo trimestre in nero per la Banca nazionale

Diversamente da altri istituti, la Banca nazionale svizzera ha realizzato degli utili nel corso dell'ultimo trimestre. Complessivamente, però, i conti del 2008 restano in rosso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2008 - 09:37

Nel terzo trimestre del 2008, la Banca nazionale svizzera (BNS) ha realizzato un utile di 2,5 miliardi di franchi. Ma questo risultato non basta a compensare le perdite dei trimestri precedenti. I conti rimangono quindi in rosso. Durante i primi nove mesi dell'anno, la BNS ha perso 895 milioni di franchi.

Sono due – si legge in un comunicato della BNS – i fattori che hanno contribuito al miglioramento dei risultati tra luglio e settembre: il netto rafforzamento del dollaro e il rialzo dei prezzi dell'oro. Sui conti, come peraltro era nelle previsioni, ha invece continuato a pesare la flessione dei mercati finanziari.

La performance del terzo trimestre permette di compensare in parte le svalutazioni dei primi tre mesi dell'esercizio, chiusosi con perdite per 3,97 miliardi di franchi. L'immissione di liquidità nel mercato monetario ha inoltre condotto da gennaio a una crescita della somma di bilancio di 37 miliardi di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?