Navigation

Quarto trimestre di decrescita per l'economia

Nel secondo trimestre, il Prodotto interno lordo svizzero è diminuito dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Su base annua, dopo 4 trimestri di crescita negativa, il calo del Pil ha raggiunto ormai il 2,0%.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2009 - 10:01

Gli impulsi negativi sulla crescita sono stati determinati soprattutto dalla bilancia commerciale dei servizi, ha indicato la Segreteria di stato dell'economia (Seco) in un comunicato pubblicato martedì. Dopo due trimestri contraddistinti da un calo estremamente marcato, le esportazioni hanno registrato un leggero rallentamento della loro dinamica regressiva in corso da ormai un anno. Nel secondo trimestre la diminuzione è stata del 2%, contro il 6,1% e l'8,9% registrati nei trimestri precedenti. Per contro, le importazioni di merci hanno accelerato il loro movimento discendente, con una diminuzione del 5,4%.

Le spese delle economie domestiche private hanno continuato ad avere invece un andamento positivo, facendo registrare da un trimestre all'altro un aumento dello 0,6%. In crescita anche i dati relativi ad energia, mobilio, salute e telecomunicazioni. Rimangon in perdita di velocità le rubriche concernenti derrate alimentari, bevande, abbigliamento, calzature, e trasporti. Le spese per i consumi dello Stato sono infine aumentate dell'1,2%.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?