Navigation

Crisi finanziaria, il governo pronto ad agire

In caso di necessità, l'esecutivo elvetico adotterà ulteriori misure per stabilizzare il sistema finanziario e intende fare tutto il possibile per garantire la sicurezza dei depositi bancari.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2008 - 08:47

Lo ha affermato lunedì sera la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf in un'intervista rilasciata alla televisione della Svizzera tedesca SF.

Widmer-Schlumpf, supplente del convalescente ministro delle finanze Hans-Rudolf Merz, ha precisato che la protezione dei depositi in Svizzera non «è ottimale» e che «è oggetto di verifiche». La ministra ha aggiunto che le misure da adottare avranno comunque effetto soltanto a medio termine.

Il Dipartimento federale delle finanze ha dal canto suo comunicato che il Consiglio federale considera di importanza cruciale una dotazione sufficiente di fondi propri, un approvvigionamento garantito di liquidità e bilanci sgravati dalle voci problematiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?