Navigation

Dramma dell'Ordine del tempio solare: Michel Tabachnik davanti alla giustizia francese

Il direttore d'orchestra elvetico Michel Tabachnik verrà giudicato da un Tribunale correzionale francese in relazione al massacro nel dicembre 95 di 16 membri della setta del Tempio Solare in Francia. Lo indica giovedì una fonte giudiziaria francese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2000 - 14:01

La giustizia ha invece pronunciato un non luogo a procedere per il farmacista di Brest, Claude Giron, sospettato di aver venduto ad un prezzo molto alto un cofanetto di medicinali omeopatici ai membri della setta.

Per il giudice di Grenoble Luc Fontaine, vi sono «imputazioni sufficienti nei confronti di Tabachnik, sotto inchiesta dal 1996, per rinviarlo a giudizio per associazione a delinquere». Secondo una notizia diffusa dal quotidiano francese «Le Progrès», il direttore d'orchestra è accusato di aver «redatto e diffuso un insegnamento dottrinale destinato a condizionare individui e a creare una dinamica omicida».

Tabachnik è inoltre accusato di aver partecipato a due riunioni dell'OTS - il 9 luglio e il 24 settembre 1994 ad Avignone - in presenza di due leader della setta: Joseph di Mambro, e Luc Jouret, entrambi morti nel frattempo.

Lo svizzero è l'unico attualmente implicato nel filone francese dell'inchiesta sulla strage del massiccio del Vercors, nel sud-est della Francia, quando due membri della setta uccisero a colpi di pistola quattordici «confratelli», tra cui tre bambini, per poi togliersi la vita.

In tutto 74 persone sono morte in presunti suicidi collettivi di membri della setta nell'ottobre del 1994 in Svizzera e in Canada, nel dicembre del 1995 in Francia e nel marzo del 1997 in Canada.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?