Navigation

Donne svizzere nello spazio

Sono stati nello spazio molti più uomini che donne. Ora l'Agenzia Spaziale Europea ESA è alla ricerca di personale e spera di poter dare una chance a future astronaute.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2022 - 07:37

I requisiti richiesti sono una laurea magistrale in una materia STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), in medicina o una licenza di pilota. Il problema è che molte studentesse considerano le materie STEM un dominio maschile.

Gabriela Pejic crede che siano necessarie delle riforme per rendere queste discipline più attraenti per le ragazze. Pejic è chimica e direttrice della scuola cantonale di Menzingen nel Cantone svizzero centrale di Zugo. È anche membro della rete MINT dell'Università di Passau in Germania, che sostiene le donne che lavorano o studiano materie STEM ('MINT' in tedesco). 

"Solo una piccola parte delle ragazze delle scuole accademiche sceglie le materie STEM e le studia all'università. Solo il 30% degli studenti sono donne presso i politecnici federali. Il MINT Women's Network vuole cambiare questa situazione", dice Pejic.

Il MINT si concentra in particolare sulla promozione dei giovani talenti nella ricerca e nell'insegnamento, sull'aumento della percentuale di donne in ruoli accademici e negli organi decisionali, nonché sul miglioramento della compatibilità tra studi, carriera e vita familiare.

Una donna svizzera che potrebbe avere le carte in regola per andare nello spazio è Deborah Müller, ingegnere e manager della società spaziale RUAG. Ha fatto domanda per la formazione di astronauta presso l'ESA e, in caso di successo, potrebbe diventare un modello importante per altre donne in Svizzera.

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

Questo video fa parte di una serie in quattro parti di SWI swissinfo.ch per celebrare la Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza promossa dalle Nazioni Unite (11 febbraio).

End of insertion

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?