Navigation

Dolci affari per Barry Callebaut

Keystone

Il più grande produttore mondiale di cioccolato ha registrato un fatturato record di 4 miliardi di franchi nell'esercizio 2003/2004.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 novembre 2004 - 10:00

Nonostante un contesto economico sfavorevole, il gruppo zurighese prevede una crescita due volte superiore a quella del mercato.

Il gruppo zurighese Barry Callebaut, il maggiore produttore di cioccolato al mondo, ha accresciuto il proprio utile netto del 12 % nel corso dell’esercizio annuale 2003/2004. Il risultato d’esercizio si è migliorato del 9,4% ed è ora a quota 228,3 milioni di franchi.

Per la prima volta, la cifra d’affari ha superato la soglia dei 4 miliardi di franchi, salendo del 13,4%. Anche per quanto riguarda il volume delle vendite si registra un incremento del 13,4 % rispetto all’esercizio precedente.

La ragione del risultato è in parte da attribuire alla consolidazione delle società belgo-olandese Luijcx e di quella americana Brach’s.

La crescita di volume di Barry Callebaut AG – pari al 4,4 % - è quattro volte superiore rispetto a quella delle altre ditte produttrici di cioccolato.

Una tecnica di produzione innovativa

La crescita è generalizzata e tocca tutti i settori d’attività e di mercato della ditta.

Il direttore esecutivo Patrick De Maeseneire attribuisce l’incremento degli utili e della produzione a diversi fattori: “primo fra tutti l’introduzione dell’innovativo concetto di “fabbriche specializzate”, che ha permesso di diminuire notevolmente i costi di produzione nel settore Prodotti di consumo per l’Europa e di ottenere i migliori costi di produzione a livello mondiale”.

Entusiasmo senza eccessi

Secondo Patrick De Maeseneire “la crescita prevista per il prossimo anno sarà più contenuta rispetto a quella registrata nel corso dei primi due mesi del corrente esercizio”.

La ragione di questo entusiasmo mitigato è da attribuirsi “alla difficile ripresa dell’economia europea, meno elevata di quella prospettata dagli economisti, e al rallentamento della crescita dell’economia americana”.

Malgrado ciò, Callebaut prospetta una crescita doppia rispetto a quella delle altre ditte produttrici di cioccolato: “la leadership nel settore dei costi di produzione ottenuta grazie al concetto di “fabbriche specializzate”, la nuova espansione geografica e le novità nel settore della produzione ci permettono di continuare a crescere anche durante i prossimi anni e di rimanere competitivi”.

Nessun dividendo ma una diminuzione del capitale azioni

Invece di distribuire un dividendo, il Consiglio d’amministrazione propone agli azionisti, riuniti in Assemblea generale il prossimo 8 dicembre, di diminuire il capitale-azioni di 40,3 milioni di franchi.

La decisione, che implicherà una modifica degli statuti, farà passare il valore nominale delle azioni da 100 a 92,20 franchi.

La differenza di 7,80 franchi verrà versata agli azionisti nel mese di febbraio del 2005. La diminuzione di capitale, a differenza di quanto accade per i dividendi, è esente da costi e su di essa non grava alcuna imposta preventiva.

Forte ma poco conosciuta

Con una cifra d’affari annua di oltre 4 miliardi di franchi, il gruppo Barry Callebaut, la cui sede sociale è a Zurigo, è uno dei maggiori produttori di cioccolato, di prodotti a base di cacao, nonché di dolciumi e di prodotti di confetteria d’alta qualità al mondo.

La società possiede una trentina di fabbriche in 22 Paesi e dà lavoro a più di 9'000 persone.

La ditta Barry Callebaut SA rifornisce l’insieme dell’industria alimentare, dai fabbricanti fino a chi utilizza il cioccolato a scopo professionale: maestri cioccolatai, confettieri, pasticcieri, grandi ditte di distribuzione.

La società è attiva anche nei settori dello sviluppo dei prodotti, dei processi di fabbricazione, della formazione e del marketing.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel corso dell'esercizio 2003/2004, Barry Callebaut ha conseguito un fatturato di 4,049 miliardi di franchi (+13,4%).
L'utile netto ha raggiunto 115,6 milioni di franchi (+12%).
L'utile operativo EBIT è salito invece a 228,3 milioni (+9,4%).

End of insertion

In breve

Barry Callebaut è uno dei leader mondiali della fabbricazione di prodotti a base di cacao e il numero uno nel settore del cioccolato.

Il gruppo, che ha sede a Zurigo, dispone di oltre una trentina di centri di produzione in 22 paesi e occupa a livello mondiale circa 9'000 persone.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?