Navigation

Dal 1° agosto caduto l'obbligo del visto per i cittadini di diversi paesi

I cittadini della Tailandia e delle monarchie che si affacciano sul Golfo persico non hanno più bisogno del visto speciale per entrare in Svizzera. Lo stesso vale per i tutti coloro che hanno un permesso di soggiorno negli stati europei o nel Nordamerica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2000 - 17:55

Il Consiglio federale ha modificato in questo senso, il 5 luglio scorso, la relativa ordinanza, allineandosi alla politica dell'Unione europea e dei paesi del gruppo di Schengen.

In dettaglio, i cittadini di Bahrein, Qatar, Kuwait, Oman, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Tailandia potranno entrare in Svizzera senza autorizzazione speciale, se hanno un passaporto valido e un visto accordato per un paese dell'area del Trattato di Schengen. Il loro soggiorno nella Confederazione è però limitato a sei mesi all'anno.

L'obbligo del visto decade totalmente anche per gli stranieri in possesso di un permesso di soggiorno valido in uno degli stati dell'UE o dell'AELS e per quelli che dispongono di un titolo analogo per Andorra, Monaco, San Marino, Canada e Stati Uniti.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?