Navigation

Reperti più vecchi di Ötzi

Le vestigia preistoriche rinvenute nel 2003 sullo Schnidejoch, nel canton Berna, sono più antiche di quanto ipotizzato finora: risalgono infatti al 4500 a.C. Sono quindi circa 1000 anni più vecchi di Ötzi, la mummia rinvenuta nel 1991 sul massiccio dell'Otztaler, tra Italia ed Austria.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2008 - 16:28

Lo ha annunciato l'Università di Berna in una nota, precisando che l'importante scoperta è stata presentata giovedì nel corso di una conferenza internazionale sulle scoperte archeologiche legate ai cambiamenti climatici organizzata dall'ateneo.

L'età precisa di 46 dei circa 300 reperti - raccolti sul ghiacciaio principale del Wildhorn e dello Schnidejoch, al confine tra i cantoni di Berna e Vallese, a 2756 metri di quota - è stata determinata da ricercatori del Politecnico federale di Zurigo col sistema del carbonio 14, precisa la nota. Diverse di esse hanno circa 6500 anni e sono dunque 1500 anni più vecchie di quanto annunciato in occasione della loro scoperta.

Si tratta quindi dei più antichi reperti di questo genere rinvenuti nelle Alpi: il più vecchio in assoluto è una ciotola in legno d'olmo scoperta lo scorso anno. Tra gli altri oggetti si annoverano frammenti di vestiti preistorici di cuoio e rafia, un arco, una faretra e delle frecce, spille di bronzo e chiodi di calzature d'epoca romana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?