Navigation

Conti dell'ex presidente della Costa d'Avorio in Svizzera: svuotati prima dell'intervento della giustizia

L'ex presidente della Costa d'Avorio ai tempi del suo splendore, nel 1995 Keystone

Gli inquirenti svizzeri avrebbero trovato solo una minima parte delle somme ricercate sui conti elvetici appartenenti a persone vicine all'ex presidente della Costa d'Avorio Henri Konan Bédié.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2000 - 15:49

Lo sostiene giovedì il quotidiano romando «Le Temps», secondo cui i titolari sono in diversi casi riusciti a ritirare il denaro prima dell'apertura dell'inchiesta. L'Ufficio federale di polizia (UFP) non conferma né smentisce.

Stando al quotidiano in totale sono stati trovati tra i cinque e i sette milioni di franchi. Il portavoce dell'UFP Folco Galli si è limitato a dire che la domanda di assistenza giudiziaria segue il suo corso e che le conclusioni si sapranno entro la fine del mese.

L'entourage del presidente ivoriano, destituito da un colpo di Stato il 26 dicembre 1999, è sospettato di aver stornato 40 milioni di franchi. Il 10 marzo di quest'anno la Svizzera ha bloccato i conti a titolo cautelare. Alla fine di giugno la Costa d'Avorio ha chiesto a Berna assistenza giudiziaria.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?