Navigation

Avvocati per gli animali, un'idea che si fa più concreta

Non solo tre: l'iniziativa vuole avvocati per gli animali in tutti cantoni Keystone

Gli svizzeri dovranno pronunciarsi sulla creazione di avvocati cantonali per gli animali. Un'iniziativa popolare corredata da 150'000 firme è stata consegnata giovedì a Berna.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2007 - 16:55

Il progetto della Protezione svizzera degli animali (PSA) mira a punire più severamente i maltrattamenti degli animali.

Il testo dell'iniziativa popolare che propone di instaurare la figura dell'avvocato degli animali è stato consegnato giovedì alla Cancelleria federale di Berna.

Tre persone con la toga e la parrucca da magistrato e con in mano dei pupazzi di peluche, accompagnati da una trentina di simpatizzanti, hanno ammucchiato gli scatoloni contenenti le firme davanti a Palazzo federale.

Con l'iniziativa «contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali», la Protezione svizzera degli animali (PSA) spera che le angherie contro i suoi beniamini non siano più considerate come una «banalità».

Attualmente - aggiunge - gli autori sfuggono in generale ad una condanna e se c'è una sanzione non ha nulla di dissuasivo.

Secondo il direttore della PSA Hansueli Huber il numero di firme raccolte testimonia dell'interesse di una parte della popolazione verso tale problematica.

Molte sottoscrizioni provengono dai cantoni di Zurigo, Vaud e Berna, ma l'iniziativa ha suscitato proporzionalmente lo stesso interesse in tutti i cantoni, ha sottolineato.

Esseri viventi dotati di sensibilità

L'iniziativa chiede alla Confederazione di disciplinare la protezione giuridica degli animali «in quanto esseri viventi dotati di sensibilità».

L'istruttoria e la difesa degli animali vengono assegnati ad un avvocato cantonale specializzato, sul modello in vigore da una quindicina d'anni nel canton Zurigo. Più cantoni possono designare congiuntamente un avvocato degli animali.

Alla base dell'idea c'è la constatazione che le persone che maltrattano gli animali possono sempre ricorrere ad un avvocato, mentre nessuno rappresenta gli «interessi» degli animali uccisi o maltrattati. Gli avvocati degli animali potrebbero anche svolgere delle inchieste.

Secondo gli iniziativisti, i costi di procedura dovrebbero essere coperti in gran parte dalle multe di maggiore entità rispetto alle attuali inflitte ai responsabili dei maltrattamenti.

La PSA è fiduciosa sul successo dell'iniziativa. In giugno l'introduzione della figura dell'avvocato degli animali era stata respinta di misura dal Consiglio nazionale (camera del popolo nel Parlamento federale).

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

In Svizzera vivono 17 milioni di animali, di cui 7 milioni di animali domestici.
I gatti sono 1,3 milioni, i cani 400'000.
550'500 animali sono stati utilizzati nel 2005 per la ricerca scientifica.
L'Ufficio federale di veterinaria registra le sentenze pronunciate per maltrattamento d'animali; dal 1982 sono state oltre 3'500.
La metà riguarda animali d'allevamento, un terzo animali domestici.

End of insertion
In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?