Navigation

No, la Svizzera non è la «campionessa delle naturalizzazioni»

La Svizzera non detiene il record delle naturalizzazioni, contrariamente a quanto dichiarato dal deputato dell’Unione democratica di centro (UDC, destra conservatrice) Jean-Luc Addor alla televisione pubblica. Le cifre illustrano invece una politica piuttosto restrittiva.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2017
Valentin Tombez, RTS

«Confrontando i dati dei diversi paesi, la Svizzera è praticamente la campionessa del mondo per quanto riguarda la proporzione di naturalizzazioni», ha dichiarato di recente l’esponente UDC Jean-Luc Addor alla Radiotelevisione svizzera di lingua francese (RTS) in un dibattito sulla naturalizzazione facilitata per gli stranieri di terza generazione, in votazione popolare il 12 febbraio 2017.

L’affermazione del deputato UDC è falsa. Il tasso di naturalizzazione, ossia il numero di persone che hanno acquisito la cittadinanza rispetto a quello dei residenti stranieri permanenti (permesso B e C), è perfino inferiore alla media europea.

In Europa il primo posto è occupato dalla Svezia, col 6,3% di cittadini stranieri naturalizzati nel 2014, davanti a Ungheria e Portogallo.

La Svizzera, in 18esima posizione, ha invece un tasso di naturalizzazione dell’1,7%. Da notare che lo scorso anno questo indice è salito al 2,1%, ma in assenza di dati esaustivi un paragone europeo non è al momento possibile.

Contenuto esterno

Anche se si mette a confronto il numero di naturalizzazioni con quello della popolazione totale dei vari paesi, la Svizzera non può essere considerata una «campionessa del mondo».

In testa alla classifica figura infatti il Lussemburgo, seguito da Irlanda e Svezia, che nel 2014 hanno registrato tra 583 e 451 naturalizzazioni per 100mila abitanti. Se in questo caso la Svizzera figura comunque in alto alla classifica è anche perchè ha un tasso di popolazione straniera tra i più alti d'Europa, poco meno del 24%.

Contenuto esterno

394'817 naturalizzati in dieci anni

Durante il dibattito, Jean-Luc Addor ha poi parlato di «400'000 naturalizzazioni in dieci anni». Questa cifra è corretta, stando ai dati pubblicati dall’Ufficio federale di statistica. Tra il 2006 e il 2015 la Svizzera ha infatti registrato 394'817 naturalizzazioni.


Contenuto esterno


In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

I contributi devono rispettare le nostre condizioni di utilizzazione.
Ordina per

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

I migliori articoli della settimana

Restate aggiornati/e con i migliori articoli di SWI swissinfo.ch su un'ampia varietà di argomenti, direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

Settimanale

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.