Navigation

2 volte Natale: raccolti già 5mila pacchi

Sta proseguendo bene l'azione umanitaria, avviata lo scorso 24 dicembre per iniziativa di SSR, Posta e Croce Rossa Svizzera (CRS). Finora sono stati raccolti 5mila pacchi-dono destinati a persone bisognose in Svizzera e Bielorussia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 dicembre 2000 - 17:29

Un centinaio di volontari si sono messi a disposizione per questa edizione di "2 volte Natale", l'azione umanitari concentrata alla centrale del materiale della CRS, a Wabern (BE). Vernerdì, in una conferenza stampa a Berna, gli organizzatori hanno espresso piena soddisfazione e ottimismo sull'esito finale, ossia sulla quantità di pacchi che giungeranno.

È la quarta volta che viene organizzata un'azione simile. Karl Schuler, addetto stampa della CRS, si augura che vengano superati i 42mila pachi dello scorso anno, grazie in particolare ad una maggiore informazione tra la popolazione. Ogni giorno, infatti, sulla radio romanda va in onda un programma di sensibilizzazione per questa azione caritatevole.

La prima distribuzione del materiale inviato da cittadini e associazioni ha avuto luogo giovedì, presso l'Esercito della Salvezza di Berna; altre seguiranno nelle prossime settimane, in tutto il Paese e in Bielorussia.

La merce viene accuratamente selezionata, in modo da salvaguardare i prodotti deperibili che sono destinati a famiglie svizzere, mentre i giocattoli e il materiale didattico partono per l'Est. Fino al 6 gennaio, la Posta accetta gratuitamente i pacchi indirizzati alla centrale del materiale della Croce Rossa Svizzera.

I promotori dell'operazione di solidarietà sollecitano la popolazione a rinnovare la generosità manifestata in questi quattro anni. L'invito è quindi di non buttare o riporre in un ripostiglio i regali superflui, ma donarli alle persone meno abbienti: è un atto che non costa nulla e che reca attimi di felicità ai meno fortunati.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?